Come preparare i ricci di mare

Il riccio di mare, tipico dei fondali marini rocciosi è molto apprezzato per le sue uova di colore arancione, alimento considerato gustoso e pregiato, per impreziosire primi piatti estivi da leccarsi i baffi! Se intendete pescarli voi stessi, dovrete scegliere gli esemplari femmina, di colore marrone o violaceo, ma dovrete prima informarvi sulle normative locali, circa i periodi dell’ anno in cui è possibile pescarli. Vediamo insieme  Come preparare i ricci di mare:

per pulire i ricci  vi servirà un coltello  dei guanti spessi ed un tagliere. Poggiate il riccio sul tagliere, dopo aver indossato i guanti. Inserite la lama all’ interno del guscio e dividete il riccio  a metà. Poi incidete con il coltello la superficie del riccio, per far fuoriuscire le uova e lavatele quindi sotto l’ acqua corrente. Una volta  aperti, il modo più tradizionale, per apprezzare questo frutto di mare, è sicuramente al naturale, spruzzati solo con del limone e accompagnati ad un pezzetto di pane, proprio come fanno i pescatori! Se invece volete preparare un pranzo domenicale speciale o una cenetta in cui avete ospiti a  cena, sicuramente farete un figurone se preparate un classico dei piatti di mare, ovvero le linguine  con la polpa di riccio.  Questo primo piatto si prepara facendo soffriggere l’ olio extra vergine di oliva in padella, poi si aggiunge uno spicchio d’ aglio, il quale, appena sarà dorato, potremo eliminarlo ed  aggiungere la polpa del riccio e se lo riterrete necessario, poco sale ed un pò di pepe. Intanto va fatta cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolata  al dente. Quindi la farete saltare in padella con il condimento preparato, poi andrà impiattata e decorerete i piatti con un trito di prezzemolo fresco.