come fare lo zuccotto alla mandorla

Lo zuccotto è un dolce toscano, un classico della pasticceria italiana, che pare si chiami  così in quanto la prima volta venne preparato in un elmetto da  soldato! Come tutte le ricette molto  apprezzate, ne  esistono diverse varianti, ognuna per assecondare i  gusti dei palati più  esigenti. In questa occasione  abbiamo pensato agli amanti della frutta secca, la  mandorla in particolare, per un tripudio di gusto!  Vi  stupirete  oltretutto  di  quanto  sia facile preparare un dolce  così buono. Vediamo insieme allora come fare lo  zuccotto alla mandorla:

per prima cosa dovrete procurarvi uno stampo da 21 cm di diametro e tutti gli ingredienti necessari , ovvero:

4 uova, 600 g di ricotta sgocciolata, 250 g di panna, 150 g di mandorle pelate, 150 g di zucchero a velo, 30 g di farina  di mandorle e per la bagna liquore alla mandorla, mandorle  a  lamelle  q. b. e zucchero a velo q.b.

Poi dopo esservi procurati tutti gli ingredienti potrete cominciare la preparazione dello zuccotto cominciando dalla bagna, si tratta di portare sul fuoco un pentolino con l’ acqua e lo zucchero, affinchè questo si sciolga e poi aggiungerete il liquore alla mandorla. Nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo e poi incorporarla nella ricotta che avrete fatto sgocciolare e avrete setacciato, poi dividete in due parti il composto, in una aggiungete le mandorle pelate, nell’ altra la  farina  di mandorle. A questo punto prendete il vostro stampo e rivestitelo con della pellicola trasparente, poi posizionate tante fettine di pan di Spagna tagliate sottilmente ed inzuppatelo con la bagna ormai fredda, che avevate preparato, quindi versate l composto con le mandorle, poi quello con la farina di mandorle e richiudete con altre fettine di pan di Spagna e bagnate anche queste e trasferite in frigo per almeno tre ore. Trascorso il tempo utile, capovolgete lo stampo su un piatto da portata e sformate il vostro zuccotto, spolverizzatelo con dello zucchero a velo, decorate con mandorle   a lamelle e servite pure.