come fare la parigina all’ ortolana

La parigina all’ ortolana è una variante  super golosa   della tradizionale ricetta della parigina  napoletana, farcita con sugo, prosciutto  e mozzarella. Si tratta di un rustico i  di un rustico molto particolare che ha come  base la  pasta per le pizze, poi si mette la  farcitura e la  si chiude con uno strato  strato  di pasta sfoglia. In questa occasione  abbiamo scelto  di farcirla  con le  verdure, per un tripudio di gusto.  Se  non vedete l’ ora di prepararla  allora, vediamo insieme come fare la parigina all’ ortolana:

per preparare una  teglia  di parigina  per 6 persone, vi serviranno 400 gr di farina, 200 ml di acqua, 10 gr di lievito di birra, 1 cucchiaio di olio, 10 gr di sale, 1 rotolo di pasta sfoglia, 2 peperoni, una melanzana, una zucchina, 100 g di provola affumicata, olio, sale e latte per pennellare q. b.

Dopo aver predisposto tutti gli ingredienti che vi occorrono, cominciate con la preparazione della pasta per la  pizza. Dovete versare la farina a fontana  su  di un piano da lavoro, poi scavate un buco al centro dove  mettere il lievito sciolto in acqua. Iniziate ad impastare poi unite  il sale e l’olio  quindi continuate ancora ad impastare fino ad ottenere un panetto  soffice e compatto, quindi fatelo   lievitare al coperto per 2 ore. Nel frattempo, pulite le verdure e tagliatele  a pezzetti piccoli, quindi  fatele  soffriggere in padella  con l’ olio e poi aggiungere un po d’ acqua  dopo  qualche minuto e  continuate la  cottura, quindi salate le verdure. Quando la  pasta per le pizze è lievitata, stendetela  con l’ aiuto  di un matterello. Oleate una teglia e disponeteci la pasta per pizze. Quindi farcite  con le verdure. Poi aggiungete anche la provola tagliata a fette. Coprite con uno strato di pasta sfoglia, chiudendo i bordi con una  forchetta pennellate con il latte la superficie  e bucherellate la sfoglia con una forchetta. Infornate in forno precedentemente  riscaldato a 200° C e cuocete per 30 minuti.  Prima di mangiarla, lasciate intiepidire la vostra parigina all’ ortolana.