come fare antipasti per le festività

Durante le feste si cucina sempre tanto, tra piatti della tradizione, novità da sperimentare e il numero spesso ampio di commensali si finisce sempre per passare delle ore se non dei giorni bloccate ai fornelli.

Gli antipasti spesso monoporzione richiedono più tempo di tutti. Vediamo allora come aggirare il problema senza rischiare di essere in ritardo per il pranzo.

Pensate ad esempio ad una ricetta fredda che potete preparare anche uno o due giorni prima. Un esempio e il carpaccio di polpo in bottiglia che normalmente riposa in frigo 24 ore prima di poter essere servito. Il giorno delle feste dovrete solo tagliarlo e condirlo con olio EVO e limone.

Un’idea rapida ma che va servita bene è quella di portare in tavola delle salse di vari gusti (mouse al tonno, al salmone, al prosciutto; paté di olive nere; crema ai funghi porcini, ecc…) con dei crostini o dei grissini. Le salse potete prepararle prima e sono anche abbastanza rapide e poco prima del pranzo dovrete solo versarle in contenitori separati in maniera elegante.

Alleati delle feste sono gli antipasti con la pasta sfoglia. La pasta si acquista già pronta e con grande facilità e pochi ingredienti si presta ad una miriade di preparazioni molto sceniche ed altrettanto semplici. Grissini al pesto; involtini di wurstel; cestini di formaggio e funghi; fiori di prosciutto e formaggio; coni farciti; insomma chi più ne ha ne metta.Anche gli involtini di frittata sono facili, belli da servire e soprattutto molto rapidi da preparare. Preparate una frittata, semplice o con zucchine ad esempio, e fatela cuocere in una teglia rettangolare in forno. Da calda arrotolatela e fatela raffreddare così. Riapritela delicatamente e farcitela con quello che preferite (Philadelphia e prosciutto cotto ad esempio) arrotolatela nuovamente nella carta forno. Fatela riposare in frigo almeno 1 ora prima di tagliarla.

Non dimenticate il classico cocktail di gamberi e salsa rosa e le immancabili tartine.