Come bollire i marroni

Le castagne sono il frutto simbolo dell’autunno, un alimento prelibato e gustoso che in cucina si presta a mille diverse ricette. Da utilizzare per la preparazioni di dolci e di confetture o per dar vita a primi e secondi piatti assolutamente speciali, sono ottime anche da gustare da sole, semplicemente arrostite sulla brace o bollite.

 

Come bollire i marroni: pulizia e preparazione

Uno dei modi più semplici e antichi per cucinare le castagne è appunto quello di bollirle e di gustarle senza aggiungere nessun altro ingrediente. Ma come bollire le castagne? Qual è il procedimento da seguire per non compromettere il sapore di questo frutto straordinario?

La prima cosa da fare è pulire attentamente le castagne, in quanto la bollitura prevede di tenere la buccia.

Il procedimento

Per bollire circa 1 kg di castagne avrete bisogno di:

  • 3 litri d’acqua
  • Sale grosso q.b.
  • Foglie di alloro
  • Pentola capiente
  • Colpasta
  • Coltellino per incisione

 

Dopo che avrete pulito le castagne e praticato l’incisione su ognuna di esse, dovete far bollire l’acqua aggiungendo in fase di ebollizione il sale grosso; aggiungete poi le castagne e le foglie di alloro e fate cuocere per un tempo medio di 45 minuti per circa 1 chilo. Chiaramente il tempo di cottura dipende molto anche dalle dimensioni e dalla qualità delle castagne.

Quando saranno cotte, non vi resta che scolare e servire belle calde!